Tetto in Legno Isolato e Ventilato

Un tetto isolato e ventilato ha un ottimo comportamento sia in inverno sia in estate, assicurando condizioni di comfort termoigrometrico nell’ambiente interno.

In particolare la camera di ventilazione permette:
– in estate: di ridurre il calore sottostante il manto di copertura (coppi o tegole), che raggiunge una tenperatura superficiale dicirca 70°C, grazie all’attivazione di moti convettivi dell’aria che dalla gronda risale lungo la falda fuoriuscendo dal colmo o dalla scossalina;
– in inverno: di evitare il ristagno di umidità sotto il manto di copertura, evitando condense che deteriorano il materiale isolante e le altre strutture della copertura.

La camera di ventilazione è localizzata sempre al di sotto del manto di copertura e al di sopra dell’isolante.

La dimensione consigliata è di 550 cmq netti per ogni ml di gronda minimo e di 800 cmq netti per ogni ml di gronda massimo (UNI 9460/2008).
Perchè un tetto possa essere definito ventilato, è importante che ci sia nella sua costruzione:
1. struttura portante e perlinatura;
2. strato interno di tenuta all’aria: telo freno al vapore;
3. coibentazione;
4. strato esterno di tenuta al vento e all’acqua: telo altamente traspirante;
5. camera di ventilazione: questa dev’essere posta fra il manto in coppi o tegole e lo strato coibente;
6. manto di copertura (coppi o tegole).
La camera di ventilazione si ottiene disponendo una listellatura in senso perpendicolare alla linea di gronda, al di sopra dell’isolante e del telo altamente traspirante (listellatura di ventilazione). Al di sopra di questa listellatura si dispongono i listelli su cui appoggiare il manto di copertura in senso parallelo alla linea di gronda (listellatura sotto tegola).
Nel caso non venga rispettato questo schema, e venga installata solo la listellatura sotto tegola, non si può parlare di ventilazione, bensì di microventilazione.
Nella realizzazione della camera di ventilazione è importante la cura nell’esecuzione di alcuni particolari costruttivi, ovvero l’installazione degli accessori (griglia parapasseri, nastro ventilato sottocolmo, ecc.) che consentono il passaggio dell’aria dalla gronda al colmo o alla scossalina e che impediscono l’ingresso di uccelli, insetti, ecc. per evitare la formazione di nidi che possono ostruire il passaggio corretto dell’aria o il deterioramento dei materiali che compongono il tetto.

Contattaci per un preventivo gratuito senza impegno da parte tua!

Sarete ricontattati per fissare un appuntamento

Chiedi preventivo

Scrivici

Chiedi un preventivo o un contatto commerciale

3 + 4 =